#LatinaIncontra

_DSC3694
Foto di Flavio Rapetti

Grande entusiasmo ieri sera per l’iniziativa denominata: “LatinaIncontra”, in cui il Movimento 5 Stelle di Latina ha invitato la cittadinanza tutta a confrontarsi insieme su tanti temi della città.
Un confronto svolto nello scenario a noi caro di Piazza del Popolo.

Ognuno è stato invitato a portarsi una seggiola pieghevole e, tutti seduti sotto l’orologio del comune, ci si è riappropriati di uno spazio che vive nella misura in cui ci si accorge che esiste e nella misura stessa di come lo si vive, di cosa si mette nel piatto di proprio, senza tema, senza preclusione alcuna.
Un gesto che forse Latina non ricorda da lungo tempo, forse persino dal dopoguerra, quando la gente era costretta a fare comunità dalla scarsità dei mezzi.

È stato bello vedere e partecipare a questo momento di sano confronto.

Vivere la città è già il primo passo per sentirla propria, per sentire pulsare le sue vene, per capire i suoi dolori. Vivere la città è tornare ad amarla nelle sue vie, nelle sue luci, nei bambini che schiamazzano, nei giovani che si baciano. Vivere la città ci da già la dimensione di quello che sarebbe opportuno fare per essa, per renderla più a dimensione di noi stessi, del nostro sentire, per continuare ad amarla e per amarla ancora di più.

Allora ecco che alla posa delle prime sedie già si affaccia la curiosità in volti noti e meno noti, persone che erano lì per caso e persone che sapevano.
Venite gente venite!… Sì siamo noi, qui, siamo venuti a rendere merito a queste pietre, queste pietre che hanno visto i nostri nonni sedersi insieme, qui, come noi ora!
Venite, conosciamoci, confrontiamoci, mangiamo insieme un semplice pezzo di pizza sotto le luci gialle di questi palazzi, sotto l’implacabile lancetta che segna le nostre ore e che tante notti ci ha accompagnato.

È stato bello sì, è stato bello vedere Latina che torna a sorridere!

Aspettaci ancora, torneremo presto!

 

Flavio Rapetti

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *