Approvate le premesse e diverse proposte per il programma partecipato Latina 2016. Restiamo lontani dalle risse giornalistiche.

highres_446092458
I tre gruppi tematici elaborano le linee-guida e alcune proposte per il programma partecipato 2016

Prosegue l’impegno e l’attivismo dei cittadini di Latina che si riconoscono nella rivoluzione culturale 5 Stelle. Anche ieri numerosi attivisti si sono confrontati con i cittadini su alcune proposte da inserire nel programma partecipato per le elezioni amministrative del 2016. Prima di entrare nel merito delle singole questioni, si è proposto di inserire come premessa al programma partecipato i principi e valori che il meetup intende portare avanti in ogni sua futura azione. Al centro di questa dichiarazione d’intenti è stato posto il rispetto della dignità di ogni essere umano “indipendentemente dall’attività che svolge” e il rifiuto di qualsiasi atteggiamento opportunistico, egoistico e arrivistico. Il meetup ha così ribadito l’impegno a perseguire esclusivamente il bene comune: il bene della comunità e quello dei singoli individui devono coincidere, non sono in contrapposizione. La lotta è quindi contro la politica del tornaconto e dell’ambizione personale, che non può che continuare a generare avidità, violenza, menzogne, invidie e trasformismo. Queste linee-guida sono state commentate e approvate unanimemente dagli attivisti e cittadini presenti, che hanno voluto dare un segnale di salda unità e inalterato coraggio, anche in seguito alla nota vicenda di Quarto, che ha scosso non poco gli ambienti vicini al Movimento 5 Stelle. Insomma, se questi cittadini di Latina entreranno a far parte del consiglio comunale, sapranno certamente fronteggiare, grazie alla forza etica e l’unità di intenti che li anima, eventuali infiltrazioni malavitose.

L’incontro è poi proseguito con un vivace dibattito sulle politiche sociali (disoccupazione; problema abitativo; disabilità; devianza minorile; assistenza domiciliare; ludopatie etc.). A seguire si sono riuniti tre gruppi tematici: politiche culturali, mobilità/trasporti e ambiente/energia. Le linee-guida proposte e i singoli punti programmatici sono stati condivisi all’unanimità dai presenti. Nei prossimi giorni saranno oggetto di indagine ed elaborazione ulteriori aree tematiche: legalità/giustizia, urbanistica, attività produttive e democrazia partecipata.

Riguardo alle ultime notizie giornalistiche relative alla questione della certificazione della lista, solo un paio di considerazioni rapide. Il meetup “5 Stelle Latina in Movimento”, pur sapendo che sono state presentate ben tre liste nella città di Latina e che la situazione è certamente complessa, non ha alcun motivo per temere un’esclusione, essendosi sempre battuto con ottimi risultati nel solco del MoVimento e dei suoi valori con lealtà e trasparenza. Ricordiamo infatti che, proprio un anno fa, fummo tra coloro che decisero di seguire la linea di Grillo, Casaleggio e del cosiddetto “direttorio” al contrario di coloro che restarono nel meetup 256 e votarono con Iannuzzi, che infatti rimase per mesi in quel meetup prima di esserne, qualche mese fa, cacciato con una mossa evidentemente opportunistica ed elettorale. Per quanto concerne, poi, la velata accusa di un veto posto dal nostro meetup per impedire ad alcuni di candidarsi, non possiamo che sorridere perché per mesi siamo stati invece accusati di voler aprire le candidature a tutti, anche agli ultimi iscritti. Del resto il nostro regolamento, votato da oltre 80 persone, ci ha condotto alla compilazione di un’ottima lista. Ci sarà sempre qualcuno che non sarà contento, fino a quando ognuno non cesserà di anteporre il proprio bene a quello della collettività. Procediamo serenamente, con armonia e restiamo lontani da risse e beghe di basso profilo. Questo è l’esempio che dobbiamo dare. E non solo in campagna elettorale.

5 Stelle Latina in Movimento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *