Un passo indietro e due avanti

A seguito di numerose inesattezze pubblicate recentemente sulla stampa locale, comunichiamo questa breve nota per ristabilire l’oggettività dei fatti.
Nel mese di Gennaio 2015, in seguito alle dimissioni dei 3 parlamentari di Latina (Iannuzzi, Simeoni, Vacciano), che avevano aspramente criticato alcune decisioni dello staff nazionale e soprattutto l’insediamento del cosiddetto “direttorio”, si verificava una divisione all’interno del meetup 256 “I grilli e le cicale”: una parte del meetup, compreso l’attuale candidato sindaco Bassoli, non prendeva le distanze dalle posizioni anti-Casaleggio e anti-direttorio espresse dai 3 parlamentari espulsi; un’altra parte, invece, continuava a riconoscere Grillo e Casaleggio come garanti e figure imprescindibili per il MoVimento. Di fronte a un muro contro muro insanabile, il meetup si divise in due gruppi: il gruppo anti-Casaleggio continuò il proprio percorso all’interno del meetup storico 256, l’altro continuò a fare attivismo in un nuovo meetup: “5 Stelle Latina in MoVimento”. È da precisare che anche all’interno del meetup “5 Stelle Latina in MoVimento” erano e sono presenti attivisti di lunga data, come nel meetup “I Grilli e le Cicale”. Lo stesso candidato sindaco Francesco Ricci si iscrisse al meetup di Latina già nel 2007. Ribadiamo quindi che il meetup “5 Stelle Latina in MoVimento” nacque a gennaio 2015, ben prima della caduta dell’amministrazione Di Giorgi.
Per quanto riguarda il meetup “Diritti umani e geopolitica”, era nato nell’agosto 2014, quindi anche questo molto prima della caduta dell’amministrazione.
Nonostante queste turbolenze (che rappresentano comunque il passato), continuiamo a ritenere come migliore soluzione quella di unificare le varie liste, poiché riconosciamo agli altri meetup il lavoro sul territorio svolto in questi anni. Inoltre riteniamo di dover cogliere la storica occasione di dare alla nostra città il “vero” cambiamento a 5 stelle che solo uniti possiamo realizzare.

Meetup “5 Stelle Latina in MoVimento”

2 pensieri riguardo “Un passo indietro e due avanti

  • 26 Febbraio 2016 in 22:39
    Permalink

    Ancora? Ma allora “siete de coccio” Ci sono persone che ondivagano tra un meetup e l’altro perchè facendo presenze ondivaghe sperano di tenersi buoni tutti i meetup sicuri che beccheranno anche quello vincente. Chi pensano di prendere in giro? Per me queste persone sono le peggiori in assoluto. Loro fingono di sperare in una unificazione che sanno già essere impossibile. E’ tutto un già visto, tutto un già vissuto. Riempiono i social di citazioni, di buoni consigli, ma quelli che citano o danno consigli su i social di fatto si sono già defilati Se li metti alle strette mostrano la loro ignavia e la loro pochezza interiore. Siamo proprio messi male e non solo a Latina purtroppo. Lasciamo pure che diano il simbolo a personaggi ambigui di cui conosciamo il passato politico, ci rimetterà tutto il movimento non solo a livello locale. Avere il simbolo non è un premio, è una responsabilità in più e bisogna affidarlo a chi ha dimostrato serietà di comportamento e onestà intellettuale. Tutto il reso sono inutili parole, perdite di tempo che non aiutano il popolo di Latina ad avere persone preparate ed oneste alla guida della città. Però basta elemosinare false unificazioni vagheggiando simboli.

    Risposta
  • 27 Febbraio 2016 in 9:15
    Permalink

    Una cosa non mi è chiara. Il gruppo “anti-Casaleggio” intende chiedere la certificazione a Grillo e Casaleggio?

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *