Salviamoci dal SalvaBanche! (l’evento)

600_447736178Sabato 12 marzo, alle ore 16 presso il Circolo Cittadino di Piazza del Popolo a Latina, si è svolto l’incontro dibattito “Salviamoci dal Salva-Banche”, organizzato e promosso dal MeetUp “5 Stelle Latina in Movimento” e dall’ Associazione “Vittime del Salva-Banche”.

Sono intervenuti: Franco Bechis, Vincenzo Imperatore, Francesco Ricci, Gianni Girotto, Antonio Saccoccio, Mario Cantone, Cristiano Pennacchia, Gian Marco Muraro, Mirena Priori, Alessandro Ciarcianelli, Laura Ardia.

L’incontro si è sviluppato attraverso gli interventi dei relatori in sala e vari collegamenti esterni. È stato anche proiettato un videomessaggio che ci ha inviato il presidente dell’ADUSBEF Elio Lannutti.

Francesco Ricci (attivista del MettUp 5 Stelle Latina in Movimento e aspirante candidato sindaco nella lista inviata dallo stesso MeetUp allo staff di Beppe Grillo per la certificazione) ha introdotto l’incontro ricordando come le varie azioni di governo, sul lavoro, sulla pensione, sul risparmio e recentemente sulla casa, vanno tutte nella direzione di togliere ai cittadini certezze e risorse. Né tali interventi sono compensati da un sostegno nel sociale, anzi, al contrario, si assiste al disfacimento della sanità, dei trasporti, dell’assistenza ed in generale all’inefficienza e alla corruzione della pubblica amministrazione. Inoltre al cittadino viene limitata sempre più la possibilità di scelta, come ad esempio per il senato e le provincie. In questo quadro (indotto o per volontà predeterminata o per inevitabile deriva dovuta al fallimento del sistema) la soluzione obbligata per i cittadini è la solidarietà, indispensabile per tentare di ribaltare la piega degli eventi.

 

Franco Bechis, vicedirettore di Libero, ha sottolineato che questi danni sono provocati esclusivamente dal governo guidato da Matteo Renzi, un governo pericolosamente coinvolto nella questione delle banche per via di un papà importante, tale Pier Luigi Boschi, papà di Maria Elena Boschi. Bechis ci ha informato che è stato presentato un emendamento in commissione finanza della Camera che dice che i 100 milioni non sono il tetto massimo come da legge di stabilità, ma sono la prima dotazione, il che vuol dire che potrebbero affluire altre risorse per il rimborso senza che si inneschi il problema burocratico di rifacimento del decreto qualora non fossero stati sufficienti i 100 milioni. Il M5S voterà questo emendamento.

 

Vincenzo Imperatore ha sottolineato la necessità di rivolgersi alla magistratura ordinaria invitando i risparmiatori a “inondare le procure di denunce che devono basarsi su due elementi imprescindibili: l’individuazione soggettiva dell’autore della truffa (non denunciare la banca ma il Sig. x, consulente/direttore della banca Y) e una “prova” (il profilo di rischio molto probabilmente manipolato dalla banca).

 

600_447782529Gianni Girotto, portavoce M5S al Senato, ha mostrato quali possano essere alcune vie d’uscita dall’attuale crisi economica e finanziaria. Ha parlato, in successione, di Banca Etica, di consumo critico, etc.

 

Nel collegamento con l’evento “Il Salva-Risparmiatori M5S” che si è tenuto a Empoli, il deputato pentastellato Alessio Villarosa ha interagito con Vincenzo Imperatore, dando vita a uno scambio di opinioni sull’eventualità di un’interrogazione parlamentare sul controllo dei sistemi di incentivazione “non etici” delle banche.

 

Elio Lannutti, presidente dell’ADUSBEF, ha parlato di “esproprio criminale” perpetrato ai danni di 130.000 famiglie da 4 banche che erano già commissariate: Carichieti, Cariferrara, Banca dell’Etruria e Banca delle Marche. Ha accusato il Governo Renzi di essere maggiordomo dei banchieri e ha più volte sottolineato che l’ultima e unica speranza per il nostro Paese è rappresentata dal Movimento 5 Stelle, Beppe Grillo e i portavoce e attivisti sparsi sul territorio.

 

L’attivista M5S e vittima del Salva-Banche Mirena Priori ha rimarcato che, come clienti delle banche, non sono stati in grado di comprendere a fondo ciò che è stato loro proposto. Dopo il senso di disorientamento, anche attraverso i social network, sono riusciti ad aggregarsi in un’associazione che ora conta più di 1200 iscritti e sperano, anche con l’aiuto dell’unica forza politica che li ha sostenuti, il M5S, di far valere le proprie ragioni contro questo governo dei poteri forti.

 

Gian Marco Muraro ha posto l’accento sull’importanza della solidarietà alle vittime del decreto Salva-Banche e sul fatto che non è corretto fare un arbitrato ma si devono risarcire in toto gli obbligazionisti subordinati in quanto non sono investitori istituzionali. Inoltre ha proposto di riformare completamente la vigilanza bancaria con la nazionalizzazione di Banca d’Italia e il controllo delle riserve auree. Infine ritiene necessaria una modifica sostanziale delle procedure di affidamento, prendendo in considerazione anche le idee innovative e il reddito prospettico, oltre alle sole garanzie patrimoniali.

 

Mario Cantone ha sottolineato che per riprendere in mano il nostro destino occorre affiancare alle proteste alcune proposte concrete. E si è quindi soffermato sul problema della casa, che mette in grave affanno centinaia di migliaia di italiani. Sotto accusa il canone di affitto, ritenuto immorale poiché causa lo sfruttamento di chi è costretto a lavorare per poi dare ad altri il frutto del proprio lavoro.

 

DSC02190_dettaglioAntonio Saccoccio ha sinteticamente illustrato un modello alternativo all’economia di mercato: la cosiddetta “economia del dono”. Un modello che, partendo da studi antropologici della prima metà del Novecento, oggi torna di attualità grazie a nuove forme di volontariato e associazionismo (LETS, SEL, Banche del Tempo etc.) e grazie a particolari modalità di condivisione e cooperazione sviluppate sui media partecipativi (Software Libero, Open Source, file sharing, etc.).

 

Il MeetUp “5 Stelle Latina in MoVimento” continua il suo percorso di denuncia e di proposta, registrando un interesse sempre crescente della cittadinanza ai temi della cooperazione e della solidarietà.

La rivoluzione culturale a 5 Stelle è ormai nello spirito del tempo e le aggregazioni di cittadini attivi che si sostanzia nei MeetUp pongono in essere azioni sempre più incisive sia in termini di coinvolgimento, sia in termini di efficacia nei confronti delle istituzioni.

 

Tutto l’evento “Salviamoci da SalvaBanche”Schermate del video è disponibile da PC in modalità interattiva
Necessita Adobe Flash player.
Non funziona con i Mac e con Smartphone, per i quali si sta provvedendo.
Buona visione.

 

.

 

1425003107_meetup-128

 

 

 

Questo è il link all’incontro MeetUp  

 

 

  album e questo è il relativo album fotografico.

 

 

 

Dicono di noi: Il Giornale di Latina, lunedì 14 marzo 201612484851_948628075215065_3040507418951323908_o

12094732_948628041881735_7541852875316573391_o

Un pensiero riguardo “Salviamoci dal SalvaBanche! (l’evento)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *