Il caso Moro 40 anni dopo, a Latina

 

Lunedì 11 giugno, dalle ore 16.30, il Circolo Cittadino di Latina ha ospitato la proiezione del docufilm “Sequestro Moro. Sentenza di morte”, in occasione dei quarant’anni dalla morte del segretario della DC. Alla presenza del regista Franco Fracassi, giornalista d’inchiesta, che partecipa al dibattito con i cittadini dopo la proiezione.

Tra i misteri irrisolti che costellano la travagliata storia della Repubblica Italiana, il primo posto quanto a implicazioni e conseguenze spetta probabilmente al “caso Moro”.

Chi ha partecipato al rapimento e alla efferata strage della scorta, da chi e dove è stato tenuto prigioniero, da chi e perché è stato commesso il feroce assassinio, chi ha ora le sue memorie e le bobine incise durante la sua detenzione: sono interrogativi ai quali a quarant’anni di distanza ancora non è stata data una risposta. Nonostante due commissioni bicamerali d’inchiesta che hanno prodotto una straordinaria mole di documentazione.

Ma alcune certezze sono state raggiunte. Molte di queste certezze riscrivono la storia che per decenni si è voluta far credere. E lasciano sgomenti.

Oggi che sta nascendo la terza Repubblica, è necessario aprire con coraggio tutti gli armadi e tirarne fuori tutti gli scheletri. Solo così, partendo dalla verità, sarà possibile intraprendere un percorso virtuoso verso la giustizia, la libertà e la pace.

Il docufilm, finalista al premio Ilaria Alpi, è stato acquisito come prova dalla Commissione dedicata al sequestro Moro, nella passata legislatura

 

Lo streaming dell’evento è ora online a questo link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *